La giornata tipo per l'infanzia 3-6 anni

L’organizzazione della giornata favorisce una prima consapevolezza del tempo, e grazie alla ripetizione va a costruire le “routine” che, attraverso la prevedibilità, danno al bambino un senso di sicurezza e appartenenza.

L’educatrice accoglie la coppia genitore-bambino e favorisce il processo di separazione in maniera graduale. Il bambino inizia a prepararsi: ripone la giacca e le scarpe nell'armadietto contrassegnato dalla sua foto e dal suo nome. Indossa il grembiulino e le pantofoline sedendosi sulla panca. Adesso è pronto per il suo lavoro. Arrivato in sezione è accolto e salutato dall'insegnante e sceglierà liberamente un'attività da svolgere individualmente. I bimbi più grandi, più indipendenti, ricordando l'esperienza dell'anno precedente, riordinano le matite, le temperano, finiscono di controllare che ogni materiale, ogni vassoietto delle attività sia in ordine e pronto perché un bambino lo possa utilizzare. Naturalmente si tratta di una scena alla quale difficilmente si può assistere nei primi mesi di scuola. I più piccini necessitano invece di tempo, della presenza dell'insgnante che quotidianamente mostri loro, con gesti lenti e ‘puliti’ tutto il procedimento. Il bambino è incoraggiato a provare da solo.

It's English time! La metodologia didattica adottata è coinvolgente e stimolante, fatta di canzoni, filastrocche, giochi e racconti animati. Il processo di apprendimento linguistico parte dall’esperienza diretta del bambino in un contesto di giochi, colori, immagini, azioni, parole, in lingua inglese, vicini al bambino e a ciò che egli ama. 

Non appena finita l’attività, si va in bagno a lavare le manine per prepararsi al momento della merenda. Le cure del corpo sono prive di fretta per dare la possibilità al bambino di imparare a “fare da solo” ed essere sempre più autonomo.

La merenda del mattino è a base di frutta fresca di stagione. Si condividono sguardi e racconti, è il primo momento di condivisione a tavola! 

I bambini tornano in classe e riprendono a lavorare. La giornata può proseguire in due modi:
- alcuni bambini lavorano da soli ai tavolini, due o tre sono nell'angolo lettura a sfogliare o leggere un libro, alcuni girano osservando gli altri o cercando il proprio lavoro e, mentre un'insegnnte fa una presentazione ad un bambino o ad un piccolo gruppo, l’altra si muove nella stanza osservando e ricordando all’occorrenza di tenere la voce bassa. 
-l'insegnante svolge "la grande lezione": la nascita dell'universo e della terra, la comparsa degli esseri vivienti, l'evoluzione dell'uomo. 

I bambini hanno la possibilità di uscire all'esterno, oltre ad un piccolo orto che curano quotidianamente, utilizzano un parco giochi per attività libere o psicomotorie.

A questo punto è arrivato il momento del lavaggio delle manine in preparazione al pranzo. I bambini si recano nella sala mensa e a turno apparecchiano e servono le pietanze ai loro compagni. 

Mangiare tutti insieme sarà un’importante occasione di scambi verbali e di socializzazione fra i bambini e gli educatori. In un clima sereno, il bambino potrà sviluppare una relazione piacevole e sana con il cibo e si rapporterà gioiosamente al proprio corpo e agli altri.

Dopo essersi presi cura della propria igiene personale, i bambini in sezione continuano il percorso educativo didattico con esperienze che proseguono e consolidano quelle del mattino. Due volte a settimana si fa lezione con il maestro di musica. Si scoprono i suoni dell'ambiente e del proprio corpo, ma anche tanti strumenti musicali. Una volta a settimana invece si fa lezione di coding, utilizzando il bee-bot o il cubetto. 

Alle 14.30 si da inizio al circle time: è un momento di incontro e conversazione, dove attraverso il dialogo si vive il senso di appartenenza e di identificazione con il gruppo; le insegnanti leggono libri scelti dai bambini, si condividono sguardi e riflessioni, o  si cantano canzoncine in attesa dei propri genitori.